Diamo uno strappo alla Sclerosi Multipla, per una vita con meno interruzioni

Johnson&Johnson
Categoria: Ambito Eccellenze Centralità del Paziente 

Chi ha la sclerosi multipla sa che un attacco può colpire in ogni momento: in palestra, sull’autobus, in ufficio. Affrontare la mattia, esprimere il proprio stato d’animo, può essere difficile. La sclerosi multipla è una patologia che colpisce prevalentemente i giovani nella fascia d’età più produttiva della loro vita, sia dal punto di vista professionale che sociale. Secondo gli studi, la fascia d’età maggiormente a rischio di contrarre la patologia è quella compresa tra i 20 e i 40 anni.

Per questo nasce la campagna Diamo uno strappo alla SM, per invitare chi ci convive ogni giorno ad aprirsi alle persone vicine e a rivolgersi ai centri specializzati. Fare awareness sull’impatto delle interruzioni causate della sclerosi multipla e sui sintomi invisibili, difficili da raccontare e che possono essere trascurati dal clinico, ma con un importante impatto sulla quotidianità delle persone con SM. Affrontare il problema in modo diverso, con strumenti diversi e per vivere una vita con meno interruzioni

Caratteristiche e risultati del progetto
Il progetto è rivolo al pubblico generale, pazienti con SM e caregiver. I protagonisti della campagna sono infatti le persone e i loro momenti speciali.
Il coinvolgimento diretto di pazienti, caregiver e persone comune avviene attraverso il contest fotografico su instagram #diamounostrappoallaSM al quale tutti possono partecipare. La collaborazione con l’artista Nazario Graziano che, attraverso la tecnica del collage prova ad unire frammenti di vita di persone diverse per creare un’opera corale.
La realizzazione di un metaverso all’interno del quale poter approfondire tematiche legate alla sclerosi multipla e immergersi allo stesso tempo all’interno di una mostra virtuale con esposte le opere di Nazario Graziano ed una selezione di foto tra quelle condivise dagli utenti, e altri contenuti video della campagna.
Le opere dell’artista Nazario Graziano sono state trasformate in NFT (not fungible token), un codice che identifica l’unicità dell’opera per sottolineare l’unicità del vissuto di ogni paziente, a causa della variabilità con cui la sclerosi multipla si manifesta. Ogni paziente ha una storia diversa.
La campagna ha ricevuto il patrocinio sia della Società Italiana di Neurologia (SIN) sia della Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM)
Il contest SM-art Collection è andata online su Instagram dal 26 Ottobre al 20 Novembre, con obiettivo di raggiungere il maggiore numero possibile di canali. Il post di campagna ha ottenuto 657 interazioni, 76 salvataggi e 581 reazioni. Nel lasso di tempo di on-air, il post ha raggiunto 2.368.514 utenti unici, con 913 click sul link alla landing page. L’audience è composta per il 55% da donne, principalmente di età compresa fra i 25 e i 34 anni, con una crescita anche nella fascia di età 35-44. Sono state raccolte più di 255 foto.
In totale sulla piattaforma Instagram dal lancio della pagina sono stati raggiunti oltre 3 milioni di utenti con oltre 5 milioni di impressions.
Lato media la campagna ha raggiunto oltre 13 milioni di potenziali lettori.